Salta al contenuto Passare alla navigazione principale Passa al footer

Claudio Mansutti e Quartetto Maffei all’Hotel Due Torri

Mansutti Claudio

Sabato 22 gennaio alle ore 17.00 il Quartetto Maffei per la rassegna ”Un’ora di musica” apre il nuovo anno tornando nella sua storica location di piazza Sant’Anastasia, il prestigioso Hotel Due Torri, con un concerto dedicato al clarinetto. Ospite per l’occasione il clarinettista friulano di fama internazionale Claudio Mansutti.

Programma del concerto:
Y. Haydn
Quartetto op. 76 n. 4 “L’aurora”
Allegro con spirito
Adagio
Minuetto
Finale

W. A. Mozart
Quintetto in la maggiore per clarinetto e quartetto d’archi, K. 581 “Stadler”
Allegro
Larghetto
Minuetto e trioAllegretto con variazioni

Biglietti
Biglietto Intero 12€
Biglietto Ridotto (under 30) 10 €

Acquistabili nella biglietteria del teatro a partire da un’ora prima del concerto oppure online dal link:
https://www.fucinaculturalemachiavelli.com/prodotto/mansutti-quartetto-maffei/

Claudio Mansutti
Si è diplomato in clarinetto presso Conservatorio di Udine sotto la guida del M° A. Pecile, in seguito si è perfezionato con i maestri P. Borali (RAI Milano) e K. Leister (Berliner Philharmoniker). Ha vinto 5 Concorsi nazionali ed internazionali di musica da camera, ha registrato per la RAI e l’ORF. È stato fondatore del Diapason Ensemble e dell’Orchestra Accademia Ars Musicae di Klagenfurt di cui è stato primo clarinetto. Ha intrapreso gli studi di direzione orchestrale con il M° L. Descev, e per quel che riguarda lo studio interpretativo, si è perfezionato con il M° R. Repini. Si è esibito in veste di solista, tra le altre, con le orchestre Zagreb Radio and Television Orchestra, Virtuosi di Praga, Salzburger Solisten, Vienna Mahler Orchestra, Budapest Chamber Orchestra, Moravian Philharmonic Orchestra, Hradec Kralove Philharmonic Orchestra, FVG Mitteleuropea Orchestra, Orchestra Regionale Siciliana, Orchestre di Shenzen, di Quindao e di Hangzou in Cina, Thailand Philharmonic Orchestra a Bangkok. Si è esibito nel 2016 con i Berliner Symphoniker nella celebre Filarmonia di Berlino e ha collaborato con il Quintetto d’archi dei Berliner e con lo Janacek Quartet. Con l’Ensemble Variabile ha suonato in tutta l’Europa e oltre, esibendosi anche a New York, in duo, presso la Carnagie Hall nel 2015 e 2017.

Quartetto Maffei
Composto da Marco Fasoli, violino – Filippo Neri, violino – Giancarlo Bussola, viola – Paola Gentilin, violoncello.

“I quattro archi hanno vissuto con profonda partecipazione ogni piccola sfumatura, trovando un equilibrio e una continuità espressiva davvero ammirevole, nonché una tavolozza di rara qualità timbrica, a dimostrazione che quando si suona in quattro si diventa come uno strumento solo”. Questa recensione di Gianni Villani coglie in pieno le peculiarità del QUARTETTO MAFFEI, nato nel 2000 – nell’attuale formazione dal 2010 – dalla volontà di tre amici veronesi dopo un trascorso di cinque anni insieme con il Quartetto Veretti (formazione con pianoforte). La collaborazione con artisti importanti come Bruno Canino, il Quartetto di Venezia, Alberto Nosè, Igor Roma, Olaf J. Laneri, Edoardo Strabbioli, Gian Antonio Viero ha portato il Quartetto Maffei ad un maturità espressiva e ad una sensibilità interpretativa di altissimo livello e lo pone tra le formazioni cameristiche più interessanti di questi ultimi anni. Il suo repertorio è molto vasto e spazia dal quartetto all’ottetto, prediligendo i classici e i romantici pur avendo avuto l’onore oltre che il piacere di eseguire lavori dedicati ad esso da G. Taglietti, A. Di Pofi, V. Donella, C. Galante. I suoi componenti, perfezionatisi con C. Schiller, B. Giuranna, P. Vernikov, M. Flaksman, hanno al loro attivo una intensa attività cameristica.
https://www.quartettomaffei.com

Rassegna: Un’ora di musica – 17esima edizione
I concerti programmati sono dodici a partire dal 2 ottobre fino al 23 aprile con cadenza settimanale/quindicinale.
Oltre al Quartetto Maffei, formazione veronese che progetta e coordina la storica rassegna, saranno presenti ospiti come Olaf J. Laneri, Glauco Bertagnin, Claudio Mansutti, Giuseppe Nova e altri. 

Dopo la difficile edizione della scorsa stagione, realizzata quasi interamente in streaming per l’emergenza sanitaria, si riprende con una edizione rinforzata che vede al suo interno un’ampia prospettiva sul pianoforte nella musica da camera, con la presenza di formazioni sempre diverse che vanno dal duo al quintetto e che coinvolgeranno strumenti ad arco, fiato e voce per programmi all’insegna della varietà musicale. 

Torna su