Salta al contenuto Passare alla navigazione principale Passa al footer

Le Voci di Dentro al Teatro Nuovo di Verona

Questo evento è terminato

Primo spettacolo della stagione al Teatro Nuovo: dal 5 al 10 novembre Toni Servillo nella commedia di Eduardo De Filippo.
———————————————————————————————————————–

TONI SERVILLO NELLA COMMEDIA DI DE FILIPPO

Da martedi 5 a domenica 10 novembre al Teatro Nuovo di Verona va in scena “Le voci di dentro“, la commedia di Eduardo De Filippo composta nel 1948 e portata in scena con la regia (e l interpretazione) di Toni Servillo.

«Eduardo De Filippo – spiega Servillo – e il piu straordinario e forse
l ultimo rappresentante di una drammaturgia contemporanea popolare, dopo
di lui il prevalere dell aspetto formale ha allontanato sempre piu il
teatro da una dimensione autenticamente popolare».

BIGLIETTI E COSTI
Platea: 25,00
Balconata: 22,00 €
1a galleria: 15,00 €
2a galleria: 9,00 €
(vendita biglietti dal 29 ottobre)

BIGLIETTI – PUNTI VENDITA
Teatro Nuovo – Piazza Viviani 10 – Tel 045.8006100 (Dal lunedi al sabato dalle ore 15.30 alle ore 20.00)
Box Office – Via Pallone 12/A – Tel 045.8011154
Filiali Unicredit Banca e punti collegati (per info sportelli abilitati: numero verde 800323285)

LA TRAMA E IL CONTESTO STORICO

Servillo spiega cosi l opera di De Filippo: «Le voci di dentro e la commedia dove Eduardo, pur mantenendo un atmosfera sospesa fra realta e illusione, rimesta con piu decisione e approfondimento nella cattiva coscienza dei suoi personaggi, e quindi dello stesso pubblico. L assassinio di un amico, sognato dal protagonista Alberto Saporito, che poi lo crede realmente commesso dalla famiglia dei suoi vicini di casa, mette in moto oscuri meccanismi di sospetti e delazioni. Si arriva ad una vera e propria “atomizzazione della coscienza sporca”, di cui Alberto Saporito si sente testimone al tempo stesso tragicamente complice, nell impossibilita di far nulla per redimersi».

Ma anche il periodo storico merita attenzione per capire l origine dell opera di De Filippo. Nel 1948 la Seconda guerra mondiale era ormai conclusa, ma Eduardo ritraeva con acutezza una caduta di valori che avrebbe contraddistinto la societa, non solo italiana, per i decenni a venire.




Questo evento ti piace?
Seguici su Facebook per essere aggiornato sui migliori eventi di Verona.

Torna su