Salta al contenuto Passare alla navigazione principale Passa al footer

La città dei ragazzi 2021: dal 24 Giugno a Verona il teatro a misura di bambino/a

Dopo la positiva esperienza di Teatro Onlife, rassegna online di teatro per ragazzi presentata tra ottobre e aprile da Fondazione Aida che ha capitalizzato più di 1600 accessi che equivalgono a circa 4800 persone, tornano dal 24 giugno gli spettacoli in presenza de La città dei ragazzi 2021.

Presso il suggestivo parco di Forte Gisella dal 24 giugno al 12 agosto Fondazione Aida in collaborazione con il Comune di Verona Assessorati alla Cultura, Politiche Giovanili e Decentramento, presenterà otto spettacoli di teatro ragazzi: un viaggio all’insegna del teatro d’autore. Tra le novità il debutto a Verona de Il segreto del pifferaio magico, risultato del progetto A Casa Nostra, inserito anche nel cartellone dell’Estate Teatrale Veronese, e allestito con Febo Teatro durante la pandemia per parlare ai ragazzi proprio di pandemia (22 luglio ore 21.00).

Barone di Münchhausen

Saranno le fantomatiche avventure del Barone di Münchhausen a inaugurare il 24 giugno la rassegna che vede il sostegno di Agsm e Unicredit. Dopo il Barone, il 1 luglio Teatro Telaio presenterà Storia di un bambino e di un pinguino, spettacolo di repertorio selezionato presso numerosi festiva che parla del processo di crescita attraverso una storia buffa che parla di mondi sconosciuti che si incontrano, della difficoltà di comunicare e comprendere chi è altro, di un oceano da solcare per far crescere in noi affetto ed amicizia. E così diventare grandi. Seguirà l’8 luglio Il principe felice, tratto da una delle fiabe più ironiche e commoventi che Oscar Wilde ha scritto per i figli sull’amicizia. La rassegna proseguirà il 15 luglio con il Teatrino dei Fondi che condurrà i bambini nel regno di Dragonia per parlare, con La principessa e il drago, dell’importanza di non soffermarsi mai di fronte alla apparenze e di non aver paura della diversità.

Il segreto del pifferaio magico

Il 22 luglio sarà la volta de Il segreto del pifferaio magico, tratto da una leggenda tedesca che si ispira ad una pandemia del XIII secolo che colpì proprio i bambini. Ma perché le attrici raccontano di pandemia durante la pandemia? Per far vivere la speranza e il desiderio. L’umanità ha già affrontato situazioni simili nel corso della storia riuscendo a superarle e acquisendo maggiori consapevolezze. 

Tra maschere e semplici elementi di scena, il 29 luglio prenderanno vita ne Le favole della saggezza tratto da le più famose favole di animali parlanti che dall’antichità hanno attraversato i secoli e che ancora oggi continuiamo ad amare sin dalla prima infanzia. Nel canto magico della foresta di Artisti Associati, il 5 agosto Amilù porterà i bambini in un viaggio nella foresta dell’Africa nera dove deve cantare alla grande festa che ci sarà nel suo villaggio ma ahimè… le sue doti canore sono veramente scarse e inadeguate! Riuscirà a comporre una melodia originale e armoniosa? Sempre per l’Estate Teatrale il 12 agosto andrà in scena un sempreverde di Fondazione Aida: Un brutto, bruttissimo, anatroccolo uno spettacolo che tratta un impressionante elemento di attualità: la diversità discriminata. In scena tre strani personaggi tutti un po’ brutti e un po’ diversi hanno la pessima abitudine di prendere in giro il prossimo.

Gli spettacoli inizieranno alle ore 21.00, la biglietteria apre le sere di spettacolo alle 20.00.
Forte Gisella (via Mantovana 117 Verona).

Biglietti
Da 3 a 12 anni: 4 euro, da 12 anni in poi: 6 euro, fino a 3 anni gratuito.
Info e acquisto online su http://bit.ly/citta_ragazzi_21
Per informazioni045/8001471 – fondazione@fondazioneaida.it

0 commenti

Scrivi la tua recensione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su