La Basilica di Santa Anastasia

Verona / Centro Storico

La Basilica di Santa Anastasia

La chiesa di Santa Anastasia è la chiesa più grande di Verona. Sorge sul luogo dove, in epoca romana, passava l’ultimo tratto cittadino della Via Postumia prima di attraversare il fiume sul Ponte Postumio e proseguire il suo percorso fino ad Aquileia.

La Via Postumia era una delle più importanti arterie di comunicazione del nord Italia, motivo stesso della fondazione e dello sviluppo di Verona. Nei tempi bui del crollo dell’Impero Romano e delle invasioni barbariche, una volta che il Ponte Postumio fu spazzato via da una piena dell’Adige e mai più ricostruito, non era più necessario avere la via sgombra e sorse così, in epoca longobarda, una chiesa dedicata a Sant’Anastasia che andò via via ingrandendosi finchè nel ‘300 si diede il via a quel grandioso progetto di ristrutturazione che la portò all’aspetto attuale.

Al progetto contribuirono finanziariamente importanti personaggi veronesi dell’epoca e Sant’Anastasia, con le sontuose cappelle di famiglia, divenne così la chiesa della nobilità cavalleresca di Verona orbitante attorno alla famiglia dei della Scala. Il progetto, troppo ambizioso, rimase tuttavia incompiuto nella facciata della quale solo il portale in marmi policromi fu completato.

Sant’Anastasia è in realtà dedicata a San Pietro Martire, inquisitore Veronese assassinato in un agguato nel 1252 e co-patrono di Verona assieme a San Zeno, ma i veronesi continuano a chiamare questo splendido edificio gotico con il nome originario.

Nella piazzetta antistante la chiesa spicca il monumento funebre di Guglielmo da Castelbarco, cavaliere molto vicino alla corte scaligera e tra i principali “sponsor” della chiesa. Il suo sarcofago pensile fece da modello per le successive Arche Scaligere, uno dei più celebrati monumenti gotici d’Italia.

All’interno, numerose sono le opere di grande importanza storica e artistica. Appena entrati l’attenzione è subito catturata dalle acquasantiere rette dai due “gobbi” uno dei quali forse realizzato dallo scalpellino padre di Paolo Veronese. Esse, secondo la tradizione popolare, nella posizione prostrata e nei vestiti logori, simboleggiano gli sforzi e l’impoverimento che i veronesi dovettero sostenere per la costruzione della chiesa.

L’opera più importante della chiesa di Santa Anastasia è probabilmente l’affresco che decora l’ingresso della Cappella Pellegrini, San Giorgio e la Principessa, opera di Pisanello pittore veronese tra i massimi esponenti del cosiddetto gotico internazionale.
Degni di nota sono poi gli affreschi della Cappella Cavalli, opera di Altichiero, maestro di Pisanello, e la Pala Centrego di Girolamo dai Libri, uno dei più raffinati pittori rinascimentali attento alla lezione del Mantegna.

Sant’Anastasia con le sue alte e ampie navate e le sue atmosfere è sicuramente una delle più affascinanti chiese di Verona. L’ottima acustica la rende teatro ideale per concerti di musica classica.

Indirizzo

Via Don Bassi, 2, 37121 Verona, VR, Italia

Mostra in Google Maps

Da non perdere

Eventi a Verona

Tutto il calendario degli eventi a Verona. Concerti, spettacoli, mostre e molto altro.

Eventi Verona

Dove Mangiare

I migliori locali dove mangiare a Verona tra ristoranti, pizzerie, e trattorie.

Mangiare a Verona

Eventi Verona Oggi

Cerchi idee su cosa fare oggi a Verona? il meglio degli eventi del giorno a Verona.

Eventi Verona Oggi

Guide

Le guide di Città di Verona raccolgono le informazioni utili a conoscere la città scaligera e il suo territorio.

Guide di Verona

Torna su