Salta al contenuto Passare alla navigazione principale Passa al footer

Edipo Re in virtual reality al Museo degli Affreschi Tomba di Giulietta

Questo evento è terminato

edipo re in virtual reality

Uno spettatore alla volta, ogni mezz’ora. Dal 7 all’11 settembre, nella cornice del Museo degli Affreschi di Verona, va in scena Edipo Re in virtual reality. Lo spettacolo, di Fucina Culturale Machiavelli, è un’esperienza di teatro unica, durante la quale l’opera classica incontra la tecnologia più innovativa, sfidando i limiti della percezione.

Dalle 15 alle 20, per 10 repliche ogni giorno. Una volta indossato il visore, lo spettatore potrà immergersi nell’immortale tragedia di Sofocle, riscritta dalla regista Sara Meneghetti. E inserita nel cartellone dell’Estate Teatrale Veronese 2021, rassegna realizzata dal Comune di Verona in collaborazione con Arteven. Per venti minuti circa lo spettatore si troverà catapultato all’interno di un affascinante universo virtuale, dove sarà libero di muoversi tra suggestive ambientazioni. Con il suo sguardo e i suoi spostamenti darà avvio alle scene della vicenda, interpretate da reali attori in un set virtuale in 3D.

Edipo Re - Una foto di scena dello spettacolo virtuale
Edipo Re – Una foto di scena

Il biglietto ha un costo di 8 euro. Per prenotare il proprio posto basta inviare una mail a estateteatraleveronese21@gmail.com.

La novità del far recitare gli attori a teatro davanti ad un green screen, e nel lasciar decidere il ritmo della storia al pubblico, rendono questo progetto davvero unico. Lo spettatore infatti, indossando un visore Oculus Quest, partecipa attivamente alle diverse fasi della storia. La tragedia classica dell’Edipo Re diventa così un’indagine da compiere in solitaria, raccogliendo indizi indispensabili per ricostruire i singoli passaggi della vicenda. Il racconto si sviluppa cronologicamente all’inverso, dalla fine all’inizio, rivelando gradualmente gli elementi dell’immortale testo di Sofocle fino alla conclusione onirica e suggestiva. Tutte le ambientazioni sono pensate e create da Ximula, un gruppo di professionisti con esperienza decennale in Virtual Reality, guidato da Eugenio Perinelli.

Lo spettacolo vede la partecipazione di Mauro Bernard, Stefano Scherini, Anna Benico, Margherita Varricchio, Sabrina Carletti, Luca Meneghetti, Sara Betteghella, Jessica Grossule e Matteo Spiazzi. Musiche originali di Stefano Soardo, sound design Davide Saggioro, direttore della fotografia Marco Ambrosi, operatore Stefano Zampini, light assistant Davide Meneghetti, costumi Valentina Bazoli, trucco Francesca De Biase.

Per informazioni e approfondimenti www.estateteatraleveronese.it

Potrebbero interessarti

Torna su