La festa dell’uva a Bardolino

L’autunno è ormai arrivato. Le spiagge del Lago di Garda, così frequentate durante l’estate, sono ormai un lontano ricordo. Per riuscire a diminuire la nostalgia che ci assale ogni volta che ricordiamo i felici momenti di relax siamo soliti tornare nei luoghi dell’estate a passeggiare o (i più temerari) a fare il bagno. Ma gli alberi ormai spogli, la gente non più in costume ma vestita con indumenti più pesanti, gli hotel in chiusura, i bar ancora aperti che al posto dei gelati servono bevande calde e le spiagge deserte contribuiscono ad aumentare ancora di più la tristezza post-estiva.

Detta così magari suona un po’ troppo tragica. Volevo arrivare al concetto che per chi volesse frequentare il Lago in questo periodo ma nello stesso tempo girare per luoghi ancora un po’ affollati, forse la soluzione è una gita fuori porta alla Festa dell’Uva e del Vino a Bardolino che si svolge da giovedì 29 settembre a lunedì 3 ottobre 2018.

Premessa. Sono soprattutto tre le condizioni imprescindibili per godersi la famosissima e frequentatissima Festaamare il vino (anche poco, non serve essere esperti), avere la consapevolezza di dover stare in mezzo a un bel po’ di gente e, se si decide di raggiungere Bardolino in auto, partire sapendo già che per trovare parcheggio ci vorrà molta pazienza, dato l’enorme successo di pubblico della manifestazione (tutti coloro che solitamente pretendono di smontare dall’auto e raggiungere la destinazione entro massimo 5-6 metri sono avvisati, salvo colpi di fortuna. In ogni caso girando un po’ un posticino lo troverete…).

Da giovedì a lunedì quindi gli stand posizionati sul lungolago serviranno calici e bottiglie di vino alle migliaia di visitatori muniti di borsetta porta-bicchiere. Gli eventi e i concerti si alterneranno per fornire il giusto contorno a questa festa che negli anni ha visto aumentare sempre di più il numero di frequentatori, italiani e stranieri, professionisti del settore e semplici estimatori.

Qualche consiglio. Per chi non sapesse ancora come funziona (pochi credo), una volta che avrete acquistato la borsetta porta-bicchiere (il bicchiere è incluso) da tenere al collo, il vostro calice potrà essere rabboccato ogni volta al costo di un normale bicchiere di vino. Agli stand si possono assaggiare anche molte specialità culinarie e vale la pena provare.

Prendetevi per tempo nei giorni di maggior frequentazione, di solito venerdì, sabato e domenica, per non attendere troppo. In generale se volete vivere la Festa in modo più tranquillo, quindi mangiare e bere con calma, dovreste pensare di andare il giovedì, il lunedì o nelle ore di pranzo, momenti in cui non c’è la ressa del sabato. In ogni caso il volume di frequentatori è ogni anno altissimo e anche nei giorni di minor afflusso non pensiate di trovare il lungolago deserto…

Esiste anche un servizio di bus navetta per chi decidesse di lasciare l’auto in qualche parcheggio un po’ lontano dal centro. In ogni caso una bella passeggiata per le vie di Bardolino, magari fermandosi in uno dei molti locali per un aperitivo, è un bel modo per avvicinarsi alla Festa.

Buon vino!

0 Commenti

Scrivi la tua recensione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su